La mia prima mezza maratona!!!

23/04/2017

Oggi ho fatto la mia prima mezza maratona ed è stata FANTASTICA!!!!

Mi sono svegliata alle 5.45 per prepararmi e andare alla stazione delle corriere. Un’ora e mezza dopo arrivo a Padova, dove trovo la navetta che porterà i fortunati “mezzi maratoneti” al punto di partenza.

Ero cosi nervosa. Quella settimana ero riuscita a fare solo 2 kilometri e non mi sentivo affatto pronta. Ed ecco la prima cosa che ho imparato durante questa esperienza: come si sentivo veramente e come la mia mente vuole che io mi senta sono due cose completamente diverse.

2 minuti prima della partenza stavo tremando ma pian piano abbiamo iniziato a muoverci e tutto è diventato molto naturale.

Ho cominciato a correre, lentamente. Tanta gente ci faceva il tifo.La paura, il nervosismo, tutti  i pensieri negativi si sono trasformati magicamente in euforia pura!

Nonostante il mio ginocchio e la mia caviglia facessero gli scherzi fin dal primo kilometro, sono riuscita a fare i primi 5km senza fermarmi. Un vero record per me. Ricordo di aver pensato: “con tutto questo tifo chi  potrebbe pensare di arrendersi, è assurdo”

Dal decimo kilometro però le cose sono diventate piu difficili. Non c’era nessuno a fare il

tifo e io ho cominciato a dubitare di me stessa. Ho pensato “ok, forse ha senso ritirarsi”

Non l’ho fatto. Ho camminato, non mi vergogno ad ammetterlo, ma non mi sono assolutamente arresa!!!

Si ha la possibilità di rinunciare ed essere portati con la navetta direttamente all’arrivo. Voi rinunciereste all’opportunità di dire “io ho finito la mezza” (o anche la maratona, se siete piu fighi e atletici). Io direi proprio di no!

Al diciasettesimo kilometro non ce la facevo piu. Avevo i piedi gonfi e crampi su tutto il polpaccio destro. Ed il sedere?Meglio non commentare, va.

Mi sono messa a mandare messaggi vocali ad una mia amica per chiedere supporto :p

Da li in poi ho camminato e corricchiato ma solo all’ultimo kilometro e solo grazie all’entusiasmo della folla e dei “forza, manca poco, ce la puoi fare” sono riuscita a riprendere a correre fino alla fine.

Ho pianto.

Vi giuro, ho pianto a cento metri dall’arrivo. Ero cosi felice. Mi sentivo cosi forte, cosi orgogliosa, ma allo stesso tempo cosi fragile.

Si, so benissimo che non ho completato una maratona, un ironman o un triathlon ma per lo è sembrato. Ho sconfitto il mio peggior nemico: me stessa.

Spesso noi stessi siamo il nostro limite. Dobbiamo smettere di ascoltare quella stupida vocina che ci dice “tu non puoi farcela” perchè non è vero. Possiamo e come!!!

Io non l’ho ascoltata e ho fatto il mio primo passo. Questo è solo l’inizio.

Il corpo umano è capace di fare grandi cose e io voglio scoprirle tutte.

Voglio scoprire qual’è il mio limite (fisico) perchè se dipendesse dalla mia testa io non avrei mai piu un limite!!!

Cit. “All’infinito e oltre.”…

 

 

 

Advertisements

First half marathon!!!

Today I did my first half marathon and it was AMAZING!

I woke up at 5.45 am to get ready and get to the  bus station. One hour and a half to get to  Padua and there I found the shuttle bus that was going to get the runners to the starting point.

I was so nervous. That week I only did 2 kms and I wasn’t really feeling prepared. But that is the first thing I learned during this experience: how i feel or how my mind wants me to feel are 2 different things.

2 Minutes before the start I was literally shaking but once we started moving everything came naturally.

I started running, slow pace of course, and there was so many people cheering us up that I just couldn’t feel bad.

My knee and my ankle were hurting from the first km but I manage to do all the first 5km non stop. Then I started walking after we got to drink and eat.

From the 10th km things started to get difficult. There was less people cheering us up and I started doubting myself. But I never stopped. I walked, non shame on admitting it, but never stopped.

We had the opportunity to be taken to the finish line with a bus if we wanted to give up…would you give up on the opportunity to say that you finish a half marathon? Or a hole marathon if you are a more advanced athlete. I don’t think so.

When I reached the km 17 I couldn’t run anymore. My feet were swollen and I had cramps all over my left leg. And my butt?…well, no comment.

From there on I started to walk/run and only at the last km I was able to find the strenght to run again till the end. (Thanks to the people telling me to keep it up and that I was almost there <3)

I cried.

I swear, I cried before I got to the finish line. I felt so amazing, so strong and yet so fragile…

Yes, I know is not a hole marathon, I know is not a triathlon or an ironman but for it it felt like it was!!! I defeated my worst enemy: myself.

You are your only limit. If you listen to that stupid inner voice that tells you that “you can’t” than you won’t!

I didn’t listen to her and I just kept going and this is just my first step.

The human body is capable of so many thing and I want to explore them all!!!