La mia prima mezza maratona!!!

23/04/2017

Oggi ho fatto la mia prima mezza maratona ed è stata FANTASTICA!!!!

Mi sono svegliata alle 5.45 per prepararmi e andare alla stazione delle corriere. Un’ora e mezza dopo arrivo a Padova, dove trovo la navetta che porterà i fortunati “mezzi maratoneti” al punto di partenza.

Ero cosi nervosa. Quella settimana ero riuscita a fare solo 2 kilometri e non mi sentivo affatto pronta. Ed ecco la prima cosa che ho imparato durante questa esperienza: come si sentivo veramente e come la mia mente vuole che io mi senta sono due cose completamente diverse.

2 minuti prima della partenza stavo tremando ma pian piano abbiamo iniziato a muoverci e tutto è diventato molto naturale.

Ho cominciato a correre, lentamente. Tanta gente ci faceva il tifo.La paura, il nervosismo, tutti  i pensieri negativi si sono trasformati magicamente in euforia pura!

Nonostante il mio ginocchio e la mia caviglia facessero gli scherzi fin dal primo kilometro, sono riuscita a fare i primi 5km senza fermarmi. Un vero record per me. Ricordo di aver pensato: “con tutto questo tifo chi  potrebbe pensare di arrendersi, è assurdo”

Dal decimo kilometro però le cose sono diventate piu difficili. Non c’era nessuno a fare il

tifo e io ho cominciato a dubitare di me stessa. Ho pensato “ok, forse ha senso ritirarsi”

Non l’ho fatto. Ho camminato, non mi vergogno ad ammetterlo, ma non mi sono assolutamente arresa!!!

Si ha la possibilità di rinunciare ed essere portati con la navetta direttamente all’arrivo. Voi rinunciereste all’opportunità di dire “io ho finito la mezza” (o anche la maratona, se siete piu fighi e atletici). Io direi proprio di no!

Al diciasettesimo kilometro non ce la facevo piu. Avevo i piedi gonfi e crampi su tutto il polpaccio destro. Ed il sedere?Meglio non commentare, va.

Mi sono messa a mandare messaggi vocali ad una mia amica per chiedere supporto :p

Da li in poi ho camminato e corricchiato ma solo all’ultimo kilometro e solo grazie all’entusiasmo della folla e dei “forza, manca poco, ce la puoi fare” sono riuscita a riprendere a correre fino alla fine.

Ho pianto.

Vi giuro, ho pianto a cento metri dall’arrivo. Ero cosi felice. Mi sentivo cosi forte, cosi orgogliosa, ma allo stesso tempo cosi fragile.

Si, so benissimo che non ho completato una maratona, un ironman o un triathlon ma per lo è sembrato. Ho sconfitto il mio peggior nemico: me stessa.

Spesso noi stessi siamo il nostro limite. Dobbiamo smettere di ascoltare quella stupida vocina che ci dice “tu non puoi farcela” perchè non è vero. Possiamo e come!!!

Io non l’ho ascoltata e ho fatto il mio primo passo. Questo è solo l’inizio.

Il corpo umano è capace di fare grandi cose e io voglio scoprirle tutte.

Voglio scoprire qual’è il mio limite (fisico) perchè se dipendesse dalla mia testa io non avrei mai piu un limite!!!

Cit. “All’infinito e oltre.”…

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s