amori non corrisposti..

Al secondo bicchiere ormai non ci sono piu freni.

Mentre le lacrime scorrono senza pudore, io mi chiedo come abbia fatto ad arrivare fino a qui.

Io sapevo che non era il mio forte. perchè ho deciso di provarci lo stesso?

Ah, si…perchè tutti abbiamo bisogno di amare e di essere amati. L’amore è la forza che muove l’universo.

L’amore verso i genitori, verso gli amici,verso i figli  e ,sopratutto, vero il tuo partner.

Ma l’amore ha anche diverse sfaccettature e non sempre siamo in grado di riconoscerlo.

A volte, lo riconosciamo troppo tardi.

Io ho sempre saputo di amarlo.

In un modo strano, diverso dal suo.

Ma pur sempre amore è!

Di quei amori dove non puoi fare a meno di quella persona e ne sei talmente consapevole da non volerlo dimostrate. Se una persona ti dà per scontata prima o poi ti lascia. No?

A volte però, ti lascia anche chi non si sente amato abbastanza.

Quindi cosa possiamo fare?

Io di sicuro una lezione l’ho imparata.

Non smettere mai di amare.

Ho perso quello che pensavo e penserò sempre che è l’amore della mia vita.

L’ho perso per paura di non essere mai abbastanza!

Ma sapete una cosa? Ho anche scoperto di essere molto di piu di quello che mi aspettavo.

Troppo tardi per recuperlarlo, purtroppo.

Ma non troppo tardi per ricominicare ad amare.

Spero un giorno di non commettere gli stessi errori e farli capire fin da subito quanto amore cè dentro il mio cuore.

E se non ci riuscissi?

Allora semplicemnte vivrò la mia vita tra un’illusione e l’altra.

La godrò ognivolta con tutta l’intensità con cui arriva.

Ormai nessuno  mi fermerà.

Il mio cuore è pieno di amore e li fuori deve pur esserci qualcuno che lo vorrà.

Sennò dovrò andare avanti a collezionare amori a metà.

 

Advertisements

The simple life of a raped woman.

This is only my story and how I am still struggling with it.

I really hope that all the others woman out there find the strength to get over it…because I can’t.

And it hurts. A lot.

It ruins your life forever.

It ruins your family; Your friendships; and, of course, your personal relationships.

Can we really call them relationships?

None of the partners I had after that day can be really called “partners”

They were just a trial and error machine to understand If I was going to be able to love again.

But I won’t.

I don’t even believe in love. I don’t believe in matrimony or sacrifice.

It’s not my fault.

Of course, it’s not.

I said no…but he wanted. SO…

It happened.

And it doesn’t matter how many times I screamed or cried…it kept happening.

What should I do now?

Mom says I should have told her.

I am sure she wouldn’t believe me. It was my word against his….and he was really good at persuading.

He convinced me that I was in love.

Can a 15-year-old girl really be in love?

I honestly think, no. A least not at the point of giving up to something so important as “innocence” and “childhood”

Time has gone by.

Almost 10 years have passed away.

My mom, after hearing the true story for the first time, just said “this happened to your grandmother and your aunt. You are not alone”

Is that supposed to make me feel better?

She also said I should do something about it. “Let’s denounce that bad man.”

Almost 10years have passed since that day.

I don’t want to risk seeing him. And it’s still my word against his.

Who is going to believe me after so long?

Besides, I took some actions about it.

I am avoiding having kids. This way, I don’t risk having a little girl victim of my same experience. Or my aunt’s and grandmother’s one…

I also lost my only serious relationship. He was perfect…but he wanted to marry me and have kids.

I had to let him go. I had to hurt him before he could hurt me.

He would never have hurt me. I know this.

He was perfect….

but I am so afraid…

I had to hurt him before he could hurt me.

And now…I am just hurt because he left…

And once again I am lonely, with my past following me and remembering that I will never forget. Because he took everything from me….

almost 10 years ago.

 

 

 

Dal bar al manicomio ci vuole un solo turno di troppo!

Ciro si sveglia arrabbiato tutte le mattine. In qualche modo trova la forza di alzarsi ed uscire di casa verso quel suo lavoro di merda. Prima, però, decide di fare colazione al bar perché gli serve un’intensa dose di caffè doppio,una brioche alla marmellata e un bersaglio verso cui sfogare la sua rabbia. Arriva senza dire niente e si aspetta subito il suo “solito” che quando è in turno una ragazza nuova diventa un “due caffè in tazza grande con un pò di latte caldo a parte” . Tutto questo solo per farla andare piu nel panico. Perchè se lui soffre, anche gli altri devono soffrire.

Anna si sveglia piu tardi del solito, felice e molto tesa. Ieri ha ricevuto la bella notizia che il bimbo che sta aspettando è fuori pericolo e tutto dovrebbe andare liscio come l’olio. Una notizia del genere la mette su di giri e non vede l’ora di andare a fare colazione, anche se un pò in ritardo, nel suo bar preferito. Li troverà Maria, la Responsabile del bar e mamma di tre figli. Vuole condividere la bella notizia anche con lei e chiederle una raffica di domande. Come fa a gestire un lavoro cosi stressante, tenersi in forma,badare alla casa, ai figli e al marito? Presto lo scoprirà tra una spremuta ed un muffin al cioccolato! Prima di andare,lascia un cioccolatino a tutto lo staff: perché se lei è felice,anche gli altri devono esserlo.

Questi sono solo alcuni dei vari profili che potete incontrare lavorando in un bar.

Ci saranno quelli dolco e gentili; Attenti e sorridenti; quelli che capiscono quando ce troppo casino e non si lamentano dell’attesa; i bambini che ti fanno i complimenti e le vecchiette che ti scambiano per la loro nipotina.

Poi ci sono quelli (chiamati S) che arrivano in ritardo e se dopo tre minuti non gli hai serviti si lamentano con il titolare; le comitive che ordinano maxi sandwich e dopo 10 minuti pretendono che siano pronti; quelli che se ti vedono indaffarata tra mille comande dietro alla bancone,vogliono sapere quando andrai fuori a prendere i loro ordini; i bambini dispettosi che aprono tutte bustine di zucchero; Quelli che si lamentano perchè sorridi troppo e gli altri che ti considerano acida perchè non sorridi mai.

Come dice una mia carissima collega: “il mondo è bello perchè avariato”

Ma per quanto mi possa lamentare di questo lavoro dietro le quinte, la verità è che io vivo per queste giornate di follia. Mi ricordano che sono viva e che le persone saranno sempre pronte a sorprenderti. (Sia in positivo che in negativo)