L’ombra del ricordo

Capita anche a te di svegliarti di soprassalto la notte?

Non perchè devi andare in bagno o hai sentito qualcosa. Anzi, qualcosa l’hai sentita, si: Nostalgia.

Non serve chiederti di chi. Appena l’hai letto il suo nome ti è arrivato dritto al cuore.

Ci sono persone che lasciano il segno. Altre, lasciano una cicatrice indelebile che rischia di riaprirsi da un momento all’altro.

È quella persona che nonostante tutto è riuscita a tirare fuori il meglio che c’è in te, proprio in quei momenti dove tu non credevi in te stesso.
Ed è in quelle notti fresche, nelle quali ti nascondi sotto la coperta , che pensi: “Dovresti essere qui”
Una carezza, un bacio, a volte anche una sua risata, bastavano  per trasformare le giornate cupe in un mondo di colori.
Ricordi quando eravate seduti insieme a tavola e ti accarezzava il viso, guardandoti con due occhi grandi come la luna e un sorriso da fare innamorare pure un cuore di pietra!?!
Aveva questo potere qui, di trasformare le cose, le persone, i momenti.
Le giornate pesanti a lavoro e le discussioni familiari diventavano fumo appena sentivi il suo odore avvicinarsi.
Non sempre era facile starsi vicino. A volte, due odori diversi come i vostri si scontravano. Una sigaretta contro una corsa…ma la doccia insieme era pronta a riavvicinarvi.
Tornare a casa ed incontrare nel letto la sua figura ti lasciava senza fiato. Nei tuoi occhi la perfezione della persona amata non ha limiti. È un opera d’arte che dovevi proteggere dai collezionisti e cacciatori. I primi l’avrebbero tenuta dentro una scatola di vetro, impedendole di volare. I secondi, avrebbero messo la sua testa nella parete del loro salotto. Quei due occhi senza vita a guardare loro, per sempre.
Era questo che volevi?
Anche tu ti chiedi perchè ti ha svegliato il suo ricordo? Alla fine, noi abbiamo deciso di lasciarla andare.
Lei ha deciso di restare. Ha rispettao la tua decisione e ti lascia respirare nuovi aromi.
Alla fine, però, sa che quando dormi è lei che invade il tuo letto, la tua memoria, la tua nostalgia.
Filo rosso del destino
Una leggenda giapponese narra che ogni uomo e ogni donna viene al mondo con un filo rosso legato al mignolo. Questo filo unisce indissolubilmente due persone destinate a vivere insieme, non importa la distanza,  l’età o altro, è un filo che lega due anime per sempre.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s