Il tuo profumo è la mia dipendenza!

Ho acceso la mia prima sigaretta.

I tuoi occhi.

La tua barba.

Le tue dolci labbra.

Quello sguardo seducente e la voglia che mi fai venire sempre.

Le tue braccia forti che mi stringono per paura di perdermi.

Qualsiasi cosa ci unisse era divisa da quel tuo odore forte di nicotina e debolezza. Nemmeno l’amore è stato in grado di farti smettere.

Tanto che ho cercato di essere io la prima e l’ultima cosa a cui dovevi pensare. Tu ,però , non vedevi l’ora di rivederla.

Solo  ora posso capire, almeno un pò, cosa ci trovassi in lei.

Perchè anch’io ne sono vittima e ad ogni suo tocco riesco ad averti vicino. Come se non te ne fossi mai andato.

Era il tuo modo di scappare dalla realtà ed ora io ti cerco quando il suo profumo entra dentro  me e trovo te, li in fondo, nei ricordi piu profondi,dolorosi e piu belli.

Ho acceso  la mia ultima sigaretta e ad ogni respiro penso a te.

 

 

 

 

 

Advertisements

L’ombra del ricordo

Capita anche a te di svegliarti di soprassalto la notte?

Non perchè devi andare in bagno o hai sentito qualcosa. Anzi, qualcosa l’hai sentita, si: Nostalgia.

Non serve chiederti di chi. Appena l’hai letto il suo nome ti è arrivato dritto al cuore.

Ci sono persone che lasciano il segno. Altre, lasciano una cicatrice indelebile che rischia di riaprirsi da un momento all’altro.

È quella persona che nonostante tutto è riuscita a tirare fuori il meglio che c’è in te, proprio in quei momenti dove tu non credevi in te stesso.
Ed è in quelle notti fresche, nelle quali ti nascondi sotto la coperta , che pensi: “Dovresti essere qui”
Una carezza, un bacio, a volte anche una sua risata, bastavano  per trasformare le giornate cupe in un mondo di colori.
Ricordi quando eravate seduti insieme a tavola e ti accarezzava il viso, guardandoti con due occhi grandi come la luna e un sorriso da fare innamorare pure un cuore di pietra!?!
Aveva questo potere qui, di trasformare le cose, le persone, i momenti.
Le giornate pesanti a lavoro e le discussioni familiari diventavano fumo appena sentivi il suo odore avvicinarsi.
Non sempre era facile starsi vicino. A volte, due odori diversi come i vostri si scontravano. Una sigaretta contro una corsa…ma la doccia insieme era pronta a riavvicinarvi.
Tornare a casa ed incontrare nel letto la sua figura ti lasciava senza fiato. Nei tuoi occhi la perfezione della persona amata non ha limiti. È un opera d’arte che dovevi proteggere dai collezionisti e cacciatori. I primi l’avrebbero tenuta dentro una scatola di vetro, impedendole di volare. I secondi, avrebbero messo la sua testa nella parete del loro salotto. Quei due occhi senza vita a guardare loro, per sempre.
Era questo che volevi?
Anche tu ti chiedi perchè ti ha svegliato il suo ricordo? Alla fine, noi abbiamo deciso di lasciarla andare.
Lei ha deciso di restare. Ha rispettao la tua decisione e ti lascia respirare nuovi aromi.
Alla fine, però, sa che quando dormi è lei che invade il tuo letto, la tua memoria, la tua nostalgia.
Filo rosso del destino
Una leggenda giapponese narra che ogni uomo e ogni donna viene al mondo con un filo rosso legato al mignolo. Questo filo unisce indissolubilmente due persone destinate a vivere insieme, non importa la distanza,  l’età o altro, è un filo che lega due anime per sempre.

Il mio primo appuntamento con un (ASeS)

Finalmente è arrivato il momento.

Dopo anni che mi sono sentita dire che non c’è nessun altro come me, ieri ho avuto un appuntamento.

Non uno qualsiasi: Uno molto speciale.

Certo, ci sono stati quei momenti d’imbarazzo nel cercarci tra la folla; Nel presentarci con i nostri veri nomi; E perfino nel decidere dove andare a mangiare o bere qualcosa.

Per il resto è stato perfetto. Abbiamo trovato un ristorante stile americano con grossi, onti hamburger e un calcetto.

Ci siamo trovati d’accordo fin da subito. Abbiamo fatto e risposto alle domande di rito: “cosa studi” “che lavoro fai” “chi sono i tuoi genitori” etc…

Poi, dal nulla, mi butta la bomba: “quando hai scoperto di essere cosi”?

*Se non sapete cosa intendo con “cosi” , vi suggerisco di leggere prima l’altro mio post.

Li, con la bocca piena di carne e patatine, rischio di soffocare dalla sorpresa.

Io:-“beh, penso di essermi sempre sentita “diversa”. Quando sei giovani senti tanto la pressione di dover fare e godere certi momenti. Ora, quasi dieci anni dopo, non lo trovo ancora divertente o interessante.-”

Due bei occhioni verdi miguardano e sorride.

Io: -“Tu , invece?-”

Lui: -“Si, anch’io. Ho avuto momenti belli e brutti. Mi sono follemente innamorato di una ragazza che poi ha scelto qualcun altro; Poi mi sono messo insieme ad una ragazza che, giustamente , ad un certo punto voleva andare oltre ma io non ne avevo nessun interesse. Mi ha lasciato poco dopo.  I miei Vent’anni erano ormai passati e tutti i miei amici parlavano di quanto bella fosse quella o quante se ne fossero fatte la sera prima. Io potevo solo fare finta e stare al gioco. A me piace tanto stare a letto nudi, guardando la tv. Semplicemente non sono interessato ad andare oltre.-”

Io: -“Quanto ti capisco. Dopo tre anni di relazione sono ancora convinta di voler avere qualcuno a mio  fianco. Tornare a casa e trovarlo li. Cucinare insieme, guardare la tv, coccolarci. Ma per lui era diverso. Lui aveva dei bisogni. Ci ho provato fino alla fine a renderlo felice, perchè per amore lo farei. Ora però, vorrei trovare qualcuno che mi accetti per quello che sono e non per le volte a settimana che riusciamo a farlo.-”

Era strano parlare cosi apertamente con qualcuno che effettivamente riusciva a capirmi. La notte è volata.

Siamo andati a bere qualcosa e abbiamo parlato di viaggi, avventure e amore.

Questo è un primo passo verso quello che chiamerò il mio “viaggio di scoperta”.

Non voglio piu nascondermi. Non voglio piu mentire al mio partner o sentirmi obbligata  a fare certe cose tanto per. Questa non è una relazione sana.

Spero di poter conoscere tanta altra gente come me e che un giorno riusciremo a parlarne apertamente con la nostra fmiglia, i nostri amici e ferfino colleghi.

(Ho provato a parlarne con un mio collega e neanche l’avessi offeso ha cominciato a dire che sono matta, che tutti hanno bisogno del sesso per essere felici, ect ect… -.-)

Spero davvero che un giorno queste conversazioni non si sentano piu.

Per questo sto condividendo la mia storia, la nostra.

Sono dell’idea che, purchè tu non faccia del male a nessuno, sei libero di amare chi e come vuoi!

 

#peaceandlove

My first ACE date…

Finally, the moment has arrived.

After all these years hearing people tell me that I will never find someone like me, yesterday I went on a date.

A special kind of date.

The awkward moment when we have to find each other in the middle of a crowded square; When we have to introduce ourselves; And, of course, when we have to figure out where to eat or drink something.

Apart from that, the night was just perfect. We found a very greasy, hamburger spot, with a table-football.

We got along from the beginning and had to ask/answer the ritual questions: “what do you study/work;” “how is your family” etc…

Then, with no warning or notifications, he drops the bomb: “when did you find out you were like this”

*if you need to understand what “this” means, please go back to my other post!

So, I was there, with my mouth full of meat and chips, and almost choke for the surprise.

me: -well, I think I have always felt I was “different”. When you are young you get a lot of pressure to do and enjoy those things…but, even if I tried, 10 years have passed and I still can’t find the fun part of it.”

Two beautiful green eyes stare at me and he smiles.

Me-“what about you?”-

Him-” yes, me too. I had some good and bad moments. I fell madly in love with a girl that chose someone else; Then I had a relationship with a girl that at a certain point asked me to “go deeper” and I was just not interested. We broke up after it.  My 20s were over and all my male friends were always talking about how hot was that girl or how badly they fucked last night. I had to carry on the masquerade and pretend like I was into that too. I like to be nacked in the sofa with my partner, you know? Just not interested in going all the way through it.”

me: -“Yes, I totally understand. After a 3-year relationship, I know that I love being with a person around. Getting home and knowing that he will be there. Cook together; Watch tv shows and go on adventures. But for him it was different. He had “needs” that I couldn’t keep up to. I tried, and I would keep doing it for love. It’s just that for once I would like to have a person loving me for who I am and not for how many times a week we can do it…”

It was hard and weird to openly talk about this with someone that actually understood. The night passed so fast.

It was amazing.

We played, had some drinks, and talked a lot about adventures, traveling and love.

This was just a first step towards what I call my “self-discovering journey”.

I don’t want to hide anymore. I do not want to lie to my partner or feel forced to do things that I don’t want. This is not a healthy relationship.

I really hope I get to meet many other people and someday we will be able to speak about this openly with family, friends and even co-workers. ( I tried to open up with a male coworker and things got really bad. He says that I am crazy and that everybody needs sex to fulfill their lives) -.-

Yup, I really hope that someday this kind of conversations won’t exist anymore.

This is why I am sharing my story and the ones of many other people out there.

I believe that, as long as you don’t hurt another human being, you are free to love who and how you want!

 

#peaceandlove

 

 

 

 

 

 

 

 

ACE What? (english version)

Here I am. Writing about a really delicate topic that could give me the award for  “black sheep of the family” or “outcast of the group”.

We live in 2018. You know the meaning of words like gay, transgender, polygamy and many other varieties of love.

But have you ever heard of the word: Asexual?!?

If you are an English reader and live in the US, I really hope you already know it and can think: “pff, not a problem. what’s the big deal?”

But if you are, for example, an Italian student living in some small city of the north and south Italy, then you might have no idea of what I am talking about and could be really surprised of what I am going to say.

In the world, there are some people that….(drum rolls) …..don’t think that sex is important in a relationship!!!!       :O

Yes, I know that was a tough one. My ex once told me that I would never find a man in the whole world that would want to be with me without sexual intercourse. Wich could be true. Love is not an equation. If I fall madly in love with someone and for him, sex is part of the deal, I could play along. That is what some of us do.

The point is that we exist. Just like some men like other men and some people don’t feel attraction to anyone, there are individuals that are looking for a sentimental connection. People that like other people not only for the looks or to spend a crazy night locked in a hotel room. We prefer watching tv, cuddling, going on adventures with our partner.

I can’t speak for the others. My experience is personal and others live it their own way but we have this identity. We know what we want and what we don’t.

What concerns me is that out there many others feel this way but are too afraid of “coming out of the closet”.

We live in a world where body and sex are everywhere. We don’t talk a lot about it but it’s there. In class, in the ads, the music, and the movies. So why be so ashamed.

Your friends get boners everytime they see girls passing by and you just imagine how cute would it be to take her to the movies? That is ok.

Love is special because it’s made of every color in the world and you get to choose which one to wear.

So, for the ones reading this with the hope of finding answers, I suggest you get more information on this website.

For those who are just curious and want to know all the color of the loving world, here you go! (Sexual orientations)

My journey in this new existence had just begun but I Am happy to meet other people like me.

If you want to share your story I would be happy to hear it!!!

 

 

ACE what? (versione italiana)

Oggi parliamo di un tema un pò delicato.

Di un tema che se venisse fuori all’interno di una riunione familiare o tra amici, vincerei il premio della pecora nera del gruppo.

No, non sono lesbica. Ormai nessuno si sorprenderebbe o lo troverebbe strano.

Ricordo che durante la mia adolescenza mia madre mi disse: “guarda che a me non importa se ti piaciono le donne. Mi basta che tua sia felice”

*che poi perchè abbia sentito la necessità di dirmelo ancora non lo so ma sta di fatto che a me piacciono gli uomini.

Mi piacciono i sorrisi, le giornate al mare, le serate davanti alla tv e raccontarci i nostri problemi. Mi piace stare a letto nudi, insieme.

Quindi?

E quindi finisce li. Non si va oltre. Non per forza almeno.

Si, avete capito bene. Niente sesso.

O almeno è ciò che io vorrei.

Ma a chi voglio prendere in giro. Viviamo in un epoca dove tutto è fisico. Tutto è sesso. (legale e non)

Se esco con un ragazzo già al primo appuntamento ci si bacia. Alcuni vanno anche oltre.

Ma se invece ci si conosce? Ci piacciamo. Passiamo del tempo insieme e uniamo le nostri menti in modo indissolubile?

Io ci penso al matrimonio. Ci penso ai figli. E metodi per concepire senza penetrazione ormai ce ne sono tanti.

Asessuali: questo è il nome di quella parte della popolazione che non vuole un legame basato solo su due corpi che sudano una volta a settimana. Vogliamo qualcosa di intimo, di sincero, di sentimentale.(a vvolte neanche quello. Infatti le varianti ci sonosono pure qui)

Il sesso è bello. Lo sappiamo.

Ciò che vorrei che capiste è che non è fondamentale.

Per alcune migliaia di persone al modo non è il fine ultimo della vita.

E quando conoscerete qualcuno che è diverso da voi perchè ad una festa del sabato sera non va in discoteca per “scopare”, non giudicatelo.

Se conoscerete una coppia che sta insieme da anni ma non fa l’amore, non andate a pensare che non siano felici o si mettano le corna.

L’amore è bello perchè vario.

Siamo un mondo pieno di colori e di sfumature.

Siete disposti a conoscerli tutti?

 

Per informazioni tecniche riguardo l’argomento vi rimando a questo link.!

From depression to a Marathon…

6 months have gone away since I moved to Padua, by myself.

The first three months were really hard. Going from a 3-year(future marriage) relationship to single was hard to accept and even harder to manage.

Alcohol and almost suicidal thoughts were my daily companions.

When I was starting to go out of that blue circle, problems at work came.

Problems inside my family followed. They think I am not doing anything with my life.

* I am a part-time waitress that lives alone and goes to college. What else should I be doing to make them proud of me? I am no superman.

Everything was going down.

I was drowning.

The only thing that kept me motivated was the commitment I made one year ago: beating my personal best at Padua’s half marathon in April.

So yes, running was the only good thing I had and still have at the moment.

I made a pact with myself: finish the half marathon and then you can decide if you still want to live or not.

So I got into it. I tried to…

I used to go out, run 1km (0.62 miles) and feel exhausted.

I would do 3 runs per weeks. 3kms in total. 15kms per months…more or less. That was not gonna take me anywhere.

When April was approaching I decided to go for it with everything I had, so I joined a running group. #bomberun the best team you will ever meet!

My first run with them was amazing. Hard, but amazing.

8kms in 50 minutes.

I will never forget it.

It was the starting point of an adventure that might not come to an end.

That day, I understood that everything was inside my head.

All the times I stopped after the first km wasn’t because I was physically tired but because I wasn’t strong enough to push away my little squeaky voice that yells “you are not good enough, stop trying”

That day I learned that my legs can run for hours, it’s my mind that needs to be trained!

From that day, I haven’t done less than 20 minutes of running.

The day of the race I ran all the distance. 13.1 miles, nonstop.

I went from a 2h 48 minutes record (23/04/2017) to a 2h 18 minutes personal best (22/04/2018)

One year of difference. And this was just the beginning.

One month later (27/05/2018) the personal best becomes 2h 15minutes.

Now I end up the month with 100kms done; I am training for 2 new half marathons and from septmeber, I will officially start training for a full marathon!!!

Some days still suck, family and work problems are still there, but the way I handle them changed.

Once you realize you can go through hell for 2 hours, you understand that you can deal with anything.

A distance runner has 3 main qualities: determination, guts and a lot of craziness.

The qualities that will take me far…on the track and in life.

Now I believe in myself and soon I will show everybody what I am made of!

This is my suggestion to anyone going through a bad moment: find your rhythm and enjoy the ride.

It doesn’t mean you have to run too. Try cycling, yoga or hiking. Get up that couch, leave your phone at home and go out for an adventure. It won’t solve your problems but it will give you back the control of something really important to start finding those answers: yourself!

Good luck and remember: “if you are going through hell, keep going!”